Il Costa Rica, primo paese a riprendere le competizioni oltreoceano

Mentre tanti paesi del continente americano sono ancora alle prese con la crisi da COVID-19 senza sapere se, o quando, le competizioni riprenderanno, il Costa Rica è la prima nazione a riaprire battenti a livello calcistico. 

L'immagine può contenere: una o più persone, persone che praticano sport e spazio all'aperto

Proprio ieri infatti, nell'anticipo della 16°giornata di Clausura della Liga Promerica, l'incontro tra Guadalupe FC e Limón FC ha ufficialmente riacceso le danze: sotto la pioggia battente dell'Eladio Rosabal di Heredia, il Guadalupe ha trionfato per 1-0 rimettendosi in corsa al quarto posto, che vorrebbe dire playoffs

L'immagine può contenere: 2 persone, spazio all'aperto

A proposito di regole, la federazione è stata molto chiara su quelle che sono state messe in atto per la ripresa dei campionati: tutte le misure di sicurezza e prevenzione sono state validate dal ministero della sanità costaricense, mentre il numero dei cambi (passato da 3 a 5), ha preso in considerazione le modifiche apportate dal regolamento FIFA e CONCACAF. 

Il resto della giornata si disputerà tra stasera e domani, con il big match tra Deportivo Saprissa ed Herediano, le due compagini più importanti del paese e non solo, che si sfideranno domani notte alle 4. 

Il campionato costaricense infatti, nonostante sia uno dei meno blasonati del centroamerica, è una delle poche leghe capaci di competere, in terreno internazionale, con due super potenze economiche come Messico e Stati Uniti: segno che il lavoro, e la cultura calcistica, siano un cardine importante in tutto il paese. 

Spettacolare il video realizzato proprio dal Deportivo Saprissa, dal titolo, "Volvemos", ovvero "Torniamo": 

 

 

Il Costa Rica, primo paese a riprendere le competizioni oltreoceano